Servizio di Protezione Dominio Aziendale

Definisci la sicurezza del tuo spazio online

Il Servizio di Protezione Dominio Aziendale offre una soluzione per difendere il tuo dominio da minacce sempre più sofisticate come il phishing, lo spoofing e l'hijacking.

La protezione efficace del dominio aziendale non è solo una questione di sicurezza, ma anche di fiducia.

Con il crescente numero di minacce online, avere un dominio protetto trasmette ai tuoi clienti un messaggio chiaro: la loro sicurezza è la tua priorità.

Il Servizio di Protezione Dominio Aziendale è qui per aiutarti a costruire quella fiducia, proteggendo le informazioni sensibili e garantendo che le transazioni online siano sicure.

Investire nella protezione del dominio aziendale significa anche proteggere la tua reputazione online. Un solo incidente di sicurezza può compromettere la fiducia dei clienti e danneggiare il tuo brand.

Domini-sicurezza-online-professionali-01
Domini-sicurezza-online-professionali-01

Perché il Servizio di Protezione Dominio Aziendale è essenziale per te

Costruisci una protezione digitale intorno al tuo business

Il Servizio di Protezione Dominio Aziendale non si limita a offrire una protezione base; va ben oltre, integrando tecnologie avanzate come SPF, DKIM, DMARC, e BIMI per un'identificazione e una protezione completi del tuo dominio.

Questi strumenti sono essenziali per autenticare le tue comunicazioni via email, prevenire l'abuso del tuo dominio e migliorare la visibilità del tuo brand.

Un altro aspetto chiave della protezione del dominio aziendale è la capacità di prevenire l'hijacking del dominio e le minacce di typosquatting, che possono deviare i tuoi clienti verso siti malevoli.

Questo livello di protezione è indispensabile per mantenere l'integrità del tuo sito web e la sicurezza dei tuoi utenti. Il Servizio di Protezione Dominio Aziendale migliora la fiducia dei tuoi clienti.

Vantaggi unici del Servizio di Protezione Dominio Aziendale

Sicurezza, affidabilità e tranquillità per la tua azienda

La nostra soluzione è progettata pensando ai piccoli imprenditori, offrendo una protezione completa che è sia efficace che conveniente.

La flessibilità del Servizio di Protezione Dominio Aziendale significa che può essere adattato per soddisfare le esigenze specifiche del tuo business, indipendentemente dal settore in cui operi.

Questo approccio personalizzato assicura che tutte le aree critiche della sicurezza del dominio siano coperte, dalla prevenzione di frodi e phishing fino alla protezione contro l'hijacking del dominio e l'injection di codice malevolo.

Sapere che il tuo dominio è monitorato e protetto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ti permette di dormire sonni tranquilli, consapevole che il tuo business online è al sicuro.

Con il nostro servizio, puoi avere la tranquillità che stai facendo tutto il possibile per proteggere il tuo dominio, il tuo brand e i tuoi clienti da minacce online sempre in evoluzione.

Domini-sicurezza-online-professionali-01
Domini-sicurezza-online-professionali-01

Attiva oggi stesso la protezione del tuo dominio

Fai il primo passo verso una sicurezza di livello superiore

È il momento di prendere seriamente la sicurezza del tuo dominio aziendale.

Non aspettare che il tuo business diventi il prossimo bersaglio degli attaccanti. Agisci ora per garantire che il tuo dominio sia sicuro, affidabile e protetto.

Contattaci oggi per scoprire come il Servizio di Protezione Dominio Aziendale può trasformare la sicurezza del tuo sito web.

Siamo pronti a fornirti una consulenza personalizzata e a guidarti attraverso il processo di Protezione, assicurando che la tua azienda sia equipaggiata con le migliori difese disponibili.

Non lasciare al caso la sicurezza del tuo dominio: scegli il Servizio di Protezione Dominio Aziendale per una tranquillità assoluta.

Contattaci per scoprire come aiutiamo i clienti a Mettere in sicurezza la loro azienda

5 tipologie di attacchi tipici ad un dominio aziendale:

La pratica del phishing comporta la creazione e distribuzione di pagine web, create in modo ingannevole e simili a quelle di siti affidabili e ben noti. Gli attaccanti allestiscono questi falsi siti web con l'obiettivo di truffare gli utenti, convincendoli a inserire dati personali o finanziari, come numeri di conto bancario, password o numeri di carte di credito.

Spesso, queste pagine vengono diffuse tramite e-mail o messaggi che sembrano provenire da fonti legittime, inducendo l'utente a cliccare su link malevoli che portano ai siti truffa.

Il processo di spoofing implica la sofisticata falsificazione dell'identità di un sito web con l'intento di ingannare gli utenti. Questa tecnica malevola viene utilizzata per indurre gli utenti a credere di interagire con un sito legittimo, al fine di estorcere informazioni sensibili, come credenziali di accesso o dettagli finanziari. Questo tipo di attacco si basa sull'inganno visivo, copiando l'aspetto e la sensazione del sito autentico, per confondere l'utente e spingerlo a compiere azioni che comprometteranno la sua sicurezza.

Questo termine descrive l'appropriazione non autorizzata di un dominio web, un'azione che si verifica quando un malintenzionato riesce a ottenere illegalmente le credenziali di accesso al pannello di controllo del dominio.

Una volta che l'attaccante ha accesso a queste informazioni, può prendere il controllo completo del sito web, modificandone i contenuti, reindirizzando i visitatori verso altri siti o utilizzandolo per attività illecite. L'hijacking del dominio compromette gravemente l'integrità e la reputazione del sito originale.

Questa attività pericolosa si verifica quando codice dannoso viene iniettato in un sito web legittimo senza il consenso dei suoi proprietari.

Questi script malevoli possono essere usati per varie finalità Protezione dominio 5 nocive, tra cui il furto di dati sensibili direttamente dai browser degli utenti, il reindirizzamento verso siti contenenti malware, o persino l'installazione di software dannoso sui dispositivi degli utenti che visitano il sito compromesso.

La presenza di codice malevolo può rimanere nascosta per lungo tempo, causando danni estesi prima di essere scoperta e rimossa.

Questa tecnica si avvale della registrazione di nomi di dominio che sono deliberatamente simili a quelli di aziende o siti web popolari, sfruttando gli errori di digitazione che gli utenti possono commettere mentre inseriscono l'URL nella barra degli indirizzi del loro browser.

Gli attaccanti che utilizzano il typosquatting mirano a reindirizzare gli utenti verso siti malevoli, dove possono essere esposti a truffe, phishing o al download di malware. Questo metodo sfrutta la facilità con cui un piccolo errore di battitura può portare a conseguenze significativamente pericolose.

Pec-email-certificata-vantaggi-sicurezza-02

4 Metodi per contrastare un attacco ad un dominio aziendale:

Il Sender Policy Framework (SPF) è un metodo di autenticazione e-mail che consente ai proprietari dei domini di specificare quali server di posta sono autorizzati a inviare e-mail per conto del loro dominio.
Implementando un record SPF nella configurazione del DNS del dominio, si crea una lista di server IP autorizzati, contribuendo a prevenire l'uso non autorizzato dell'indirizzo di dominio in attacchi di spoofing e phishing.
Quando un server riceve un messaggio, può verificare il record SPF del mittente per confermare che l'e-mail provenga da un server elencato come autorizzato.
Questo riduce la possibilità che messaggi fraudolenti o spam vengano accettati o recapitati agli utenti finali.

DomainKeys Identified Mail (DKIM) è una tecnologia di autenticazione che fornisce un metodo per associare un dominio a un messaggio e-mail, permettendo una valida autenticazione del mittente attraverso una firma digitale.

I proprietari dei domini generano una coppia di chiavi pubblica/privata: la chiave privata viene utilizzata per firmare digitalmente gli header dei messaggi inviati, mentre la chiave pubblica viene pubblicata nel DNS del dominio.

I riceventi possono verificare la firma usando la chiave pubblica, assicurando che il messaggio non sia stato alterato durante il transito e Protezione dominio 6 confermando l'autenticità del mittente.

DKIM aiuta a combattere il phishing e l'usurpazione dell'identità e-mail.

DMARC è uno standard di autenticazione e-mail che si appoggia a SPF e DKIM per migliorare la sicurezza dell'e-mail.

Fornisce ai proprietari dei domini la possibilità di specificare come i riceventi dovrebbero trattare le e-mail che non superano le verifiche di autenticazione SPF e/o DKIM.

Inoltre, DMARC invia report ai proprietari dei domini, offrendo visibilità su chi sta inviando e-mail a nome del loro dominio.

Questo strumento è cruciale per proteggere i marchi dall'abuso e migliorare l'affidabilità della comunicazione via e-mail, indicando ai server dei riceventi di rifiutare o mettere in quarantena le e-mail che non passano i controlli.

BIMI è un'iniziativa che permette ai brand di associare i loro loghi ai messaggi e-mail inviati, migliorando la fiducia e l'engagement degli utenti.

Funziona in combinazione con DMARC, utilizzando l'autenticazione di successo di un messaggio come chiave per visualizzare il logo del brand accanto all'e-mail nei client dei riceventi.

BIMI mira a incentivare l'adozione di standard di autenticazione come SPF, DKIM e DMARC tra i mittenti, contribuendo a ridurre il phishing.

I proprietari dei domini devono soddisfare determinati requisiti di autenticazione e fornire il loro logo in un formato specifico per partecipare a BIMI, il che aiuta gli utenti a identificare visivamente e rapidamente le comunicazioni legittime.

Domande Frequenti: protezione dominio aziendale

Il funzionamento dell'SPF (Sender Policy Framework) inizia quando il proprietario del dominio pubblica un record SPF nel DNS (Domain Name System) del proprio dominio. Questo record elenca tutti i server di posta autorizzati a inviare email per conto di quel dominio.

Quando un'email viene inviata, il server di posta ricevente controlla il record SPF del dominio mittente per confermare che l'email sia stata inviata da un server autorizzato.

Se l'indirizzo IP del server mittente corrisponde a uno degli indirizzi IP autorizzati nel record SPF, l'email viene considerata autentica. In caso contrario, l'email può essere rifiutata o segnalata come spam. Questo processo aiuta a prevenire che gli aggressori possano inviare email fraudolente che sembrano provenire dal tuo dominio, migliorando così la sicurezza delle tue comunicazioni email.

Per creare un record SPF, devi accedere al pannello di controllo del tuo provider DNS (Domain Name System) dove il tuo dominio è registrato. Qui, dovrai creare un nuovo record TXT per il tuo dominio. Il valore del record deve iniziare con "v=spf1", seguito da un elenco di server di posta autorizzati a inviare email per conto del tuo dominio, come "include:spf.provider.com".

Puoi anche specificare una politica per il trattamento degli indirizzi IP non autorizzati, come "-all" per indicare un rifiuto totale o "~all" per una politica più morbida. Assicurati di includere tutti i server di posta e servizi di terze parti che inviano email per tuo conto per evitare problemi di consegna delle email.

Dopo aver creato il tuo record SPF, è importante verificarne la correttezza per assicurarti che le tue email siano inviate correttamente e non vengano segnalate come spam. Ci sono diversi strumenti online gratuiti che possono aiutarti a verificare il tuo record SPF, come "SPF Record Checker" o "MXToolbox".

Basta inserire il tuo dominio in questi strumenti, e essi controlleranno il DNS per il tuo record SPF, indicando se è valido e correttamente configurato. Questi strumenti possono anche evidenziare potenziali problemi o errori nel tuo record SPF che potrebbero influire sulla consegna delle email.

Per aggiungere un record SPF, accedi al pannello di gestione del DNS presso il tuo registrar di dominio o provider di hosting web. Cerca l'opzione per aggiungere un nuovo record di tipo TXT. Nel campo del nome, dovresti inserire "@" per indicare il tuo dominio radice.

Nel campo del valore, inserisci il tuo record SPF, che inizia con "v=spf1" seguito dalle specifiche degli indirizzi IP o dei domini autorizzati a inviare email per tuo conto, e termina con una politica di invio come "-all" o "~all". Dopo aver inserito queste informazioni, salva il nuovo record.

La propagazione del nuovo record SPF può richiedere da poche ore fino a 48 ore.

SPF (Sender Policy Framework) funziona permettendo ai proprietari dei domini di definire quali server di posta sono autorizzati a inviare email per conto del loro dominio, attraverso un record SPF nel DNS del dominio. Quando un server riceve un'email, verifica il record SPF del dominio mittente confrontando l'indirizzo IP del server di invio con l'elenco degli IP autorizzati nel record SPF.

Se l'indirizzo IP corrisponde a uno degli IP autorizzati, l'email è considerata legittima. In caso contrario, l'email può essere rifiutata o contrassegnata come spam. Questo processo aiuta a prevenire lo spoofing dell'indirizzo email, riducendo il rischio di phishing e migliorando la sicurezza della comunicazione email.

Il record DMARC (Domain-based Message Authentication, Reporting, and Conformance) serve a migliorare la sicurezza delle email fornendo ai proprietari dei domini la capacità di specificare come i server di ricezione dovrebbero gestire le email che non superano i controlli di autenticazione SPF (Sender Policy Framework) e DKIM (DomainKeys Identified Mail).

Questo include istruzioni su se rifiutare, mettere in quarantena o accettare comunque tali email. DMARC aiuta anche fornendo report agli amministratori dei domini, offrendo visibilità sulle email inviate (o falsamente inviate) dal loro dominio. Implementando un record DMARC, le aziende possono ridurre significativamente il rischio di phishing e altre forme di abuso via email, proteggendo così la loro reputazione e i loro destinatari dall'essere esposti a messaggi potenzialmente dannosi.

DKIM (DomainKeys Identified Mail) serve a garantire l'integrità e l'autenticità delle email inviate, aggiungendo una firma digitale a ogni messaggio. Questa firma consente ai server di ricezione di verificare che l'email sia stata effettivamente inviata dal dominio dichiarato e che il contenuto dell'email non sia stato alterato durante il transito.

L'uso di DKIM aiuta a combattere lo spoofing e il phishing, poiché rende molto più difficile per gli aggressori falsificare le email da domini protetti da DKIM.

Implementando DKIM, i proprietari dei domini possono migliorare la fiducia nei loro messaggi email, aumentare le probabilità che le loro email vengano consegnate (riducendo il rischio di finire in spam) e proteggere la loro reputazione online.

Includere DKIM come parte della strategia di sicurezza email del tuo dominio, insieme a SPF e DMARC, è un passo importante verso una protezione email completa.

Il record SPF dovrebbe essere implementato non appena si configura un dominio per l'invio di email.

Questo passaggio è cruciale per garantire che le email inviate dal tuo dominio siano considerate legittime dai server di posta elettronica riceventi e per proteggere il tuo dominio dal rischio di essere utilizzato in attacchi di spoofing.

Aggiungere un record SPF è particolarmente importante se il tuo dominio invia un volume significativo di comunicazioni email, come newsletter, conferme di transazioni o comunicazioni di servizio. Implementare SPF fin dall'inizio aiuta a stabilire una solida fondazione di fiducia e sicurezza per le tue email.

Il record SPF (Sender Policy Framework) serve per prevenire lo spoofing dell'indirizzo email, una pratica mediante la quale gli aggressori inviano email fingendo di essere un altro utente o dominio. Implementando un record SPF, i proprietari dei domini possono elencare quali server di posta sono autorizzati a inviare email per conto del loro dominio.

Quando una email viene ricevuta, il server di posta del destinatario controlla il record SPF del dominio mittente per verificare che l'email provenga da uno dei server autorizzati.

Questo aiuta a ridurre la quantità di spam e phishing, migliorando la sicurezza delle comunicazioni via email e proteggendo la reputazione del dominio.

Il record SPF dovrebbe essere implementato non appena si configura un dominio per l'invio di email. Questo passaggio è cruciale per garantire che le email inviate dal tuo dominio siano considerate legittime dai server di posta elettronica riceventi e per proteggere il tuo dominio dal rischio di essere utilizzato in attacchi di spoofing.

Aggiungere un record SPF è particolarmente importante se il tuo dominio invia un volume significativo di comunicazioni email, come newsletter, conferme di transazioni o comunicazioni di servizio. Implementare SPF fin dall'inizio aiuta a stabilire una solida fondazione di fiducia e sicurezza per le tue email.

    Richiedi informazioni

    Logo-pixo-2022-a

    Potenzia la tua azienda con le nostre soluzioni:
    Cyber security e Software Gestionali.

    • 035.244295

    • Invia una richiesta

    • Via Provinciale, 2 - 24040 Lallio (BG)