Reputazione online delle mail

No. Non tutte le mail arrivano a destinazione.

Vi sara’ sicuramente capitato di dover richiamare un cliente, un fornitore o un contatto, per chiedere esplicitamente se hanno ricevuto l’ email. “Arrivare a destinazione” significa passare attraverso numerosi controlli e filtri anti-spam. Quindi la vostra mail, per arrivare a destinazione, deve avere certe caratteristiche che le permettano di avere un tasso di consegna alto. Dal lato pratico, e’ necessario che:

  • il soggetto non contenga parole che attivino i filtri anti-spam
  • il codice html di cui e’ composta deve essere ben strutturata
  • immagini bilanciate ed ottimizzate (quindi non troppo pesanti)

Dal lato tecnico, la parte piu’ importante e’ la reputazione dell’ indirizzo IP che invia i messaggi. L’IP (internet protocol) identifica un dispositivo connesso alla rete, con una sua reputazione online data da un insieme di fattori, alcuni dei quali sono:

  • email che si sono inviate
  • eventuali segnalazione di spam delle nostre email
  • messaggi inviati ad indirizzi inesistenti

Cosa è una blacklist

L’utilizzo erroneo (anche se fatto in buona fede) porta ad una diminuizione della reputazione, un maggiore controllo da parte dei filtri antispam con una conseguente alta probabilita’ di finire in una Blacklist. Una Blacklist e’ un elenco di di indirizzi IP che sono ritenuti inaffidabili, quindi se l’indirizzo ip dal quale inviate le vostre email e’ all’ interno di una blacklist, le vostre email verranno bloccate.

Ma e’ possibile migliorare la reputazione? Certamente.

Utilizzare metodologie di invio affidabili all’interno di server mailing seri e professionali, l’utilizzo di protocolli smtp dedicati ed altri accorgimenti tecnici.

Ma cosa potete fare voi?

Molto importante e’ far vedere che “siete reali” e non una spam factory. Quindi rispondere alle mail ricevute identifica una persona, una struttura, che vengono classificati come reali. Utilizzare un sistema semplice ed immediato per dare la possibilita’ a chi riceve l’email di potersi cancellare. Cerchiamo di evitare che utilizzino il pulsante “Segnala Spam” Inviare email attraverso l’utilizzo di un server SMTP certificato (e’ il protocollo attraverso il quale si inviano le email). Certo ve ne sono alcuni pubblici, ma ma l’utilizzo di un SMTP proprietario permette di limitare al massimo il rischio che i nostri messaggi vengano segnalati come Spam. Quindi attraverso l’utilizzo di un Smtp proprietario si migliora la reputazione del nostro IP. Controllare periodicamente di non essere finiti in una blacklist. In questo caso sospendere gli invii e contattare professionisti specializzati in mailing per risolvere il problema.

Image Credits  https://goo.gl/ydTBnU

Daniele Noris - Siti web Bergamo

Daniele Noris

Specialista in Strategie di presenza online per Aziende che applica con Passione. Nel tempo libero, Amante dell' Europa che documenta in immagini, tra cultura, spazi, paesaggi e piatti tipici.

Clicca per vedere tutti gli articoli di questo Autore